Campania: Laureana Cilento


Laureana Cilento, un balcone sulle colline del Parco del Cilento, a 452 metri sul mare, dal quale la vista spazia da Agropoli al Golfo di Salerno a Capri e Ischia. 
Si è trattato di un piccolo viaggio, di un assaggio di un territorio troppo vasto e ricco di suggestioni per soli 4 giorni, realizzato grazie alla squisita ospitalità di Michele Sgroi con la sua disponibilità, il suo tempo e la sua bella struttura ricettiva 4 stelle, l’Hotel Sgroi (vedi servizio dedicato), sita in cima a Laureana Cilento.

Laureana è posta su un colle raggiungibile con strade ripidissime, da cui son partito, accompagnato dagli amici Michele Sgroi e Giuseppe Di Stasio, per percorrere gli itinerari di scoperta, su e giù per strade di campagna dalle pendenze mozzafiato e in continuo smottamento, strade sulle quali si incontrano ranocchie verdi in amore sull’asfalto grigio; ai bordi delle quali, tra gli ullivi, ora l’asino ora la pastorella con le capre al pascolo, ai piedi di case coloniche con colombaia. Rocche, campi coltivi e uliveti, piccoli borghi silenti; le mie visite si sono orientate su Castellabate (vedi servizio dedicato), il paese reso famoso dal film “Benvenuti al Sud”; Rocca Cilento (vedi servizio dedicato) con il suo meraviglioso castello risalente all'età normanna, dall’alto del quale la vista mozzafiato, spazia dalla costa alle montagne del Vallo di Diano; e a valle, in riva al mare, Agropoli (vedi servizio dedicato).
Come avvenne per Goethe durante il suo Grand Tour, scendendo al sud, si è portati a uscire dall’isolamento partecipando in modo vivo a ciò che ci circonda. I paesaggi, le persone, assieme ai viaggiatori acquistano vita.
E’ impossibile, non farsi prendere dall’emozione, rimanere distaccati di fronte alle nuove grandiose sensazioni suscitate da borghi e paesaggi, similmente a quanto provato da Goethe nel 1786/88, che hanno stregato Ancel Benjamin Keys che qui ha vissuto, sperimentando la sua dieta mediterranea comprendente lo stile di vita mediterraneo.
Ancor oggi in luoghi e atmosfere senza tempo, ci si abbandona in pienezza di sensi che rendono linguaggio e scritti, diventano più che mai saturi d’impressioni e insieme pieni di sentimenti.
Queste le stesse sensazioni, provate da me, lungo i 4 giorni di itinerari nel Cilento. Un viaggio rasserenante, iniziato con la discesa alla stazione di Agropoli,


in un paradiso di paesaggi affacciati sul golfo di Salerno, illuminati dal sole di primavera, tra il verde delle colline punteggiate di piccoli borghi e l’azzurroverde del mare di Agropoli, avamposto del Parco del Cilento e del Vallo di Diano. Il Cilento è ricco di Tradizioni, un complesso di usi e costumi antichi della terra cilentana; un patrimonio folkloristico ricco di modi di dire, motti, proverbi, credenze popolari, canti e religiosità (vedi)
Atmosfere sospese nella pace, serenità e tranquillità di luoghi lontani da ogni caos umano e automobilistico cittadino;la popolazione diradata è inversamente proporzionale alla quantità di cemento che, nonostante tutto, non è riuscito ad uccidere la soverchiante bellezza dei paesaggi; intrisi di presenze emozionanti storico artistiche culturali agricole, che avrò modo di visitare facendo campo base in Laureana Cilento: dall’area archeologica di Paestum (vedi servizio dedicato), al mondo filosofico di Gianbattista Vico, che a Vatolla (vedi servizio dedicato), presso il castello De Vargas Machucca, svolse attività di precettore dei figli del marchese Domenico Rocca, all’Azienda Agricola Zootecnica Chirico (vedi servizio dedicato), condotta con entusiasmo da un giovane agricoltore che ha creato un azienda a ciclo completo, dall’allevamento di bufale capre e mucche, alla produzione e vendita dei formaggi anche online; ma anche virtuoso sotto il profilo energetico, grazie alla produzione di energia attraverso l’uso delle biomasse e dei pannelli fotovoltaici.
-








































  






 







   

























 























   













 




   



-
Laureana Cilento


Regione: Campania
Provincia: Salerno
Altitudine: 452 m slm
Superficie: 13,74 km quadrati
Abitanti: 1.185
Nome abitanti: Laureanesi
Patrono: San Cono




Come sono arrivato

Treno: Roma Termini-Agropoli/Castellabate - tempo percorrenza: 10' - distanza: 7 Km
-

Diario fotografico di 153 immagini in bianco e nero dedicato a Laureana Cilento, balcone sulle prime colline del Parco del Cilento, a 452 metri sul mare, dal quale la vista spazia da Agropoli al Golfo di Salerno a Capri e Ischia, in un paradiso di paesaggi illuminati dal sole del sud, tra il verde delle colline punteggiate di piccoli borghi e l’azzurroverde del mare di Agropoli, avamposto del Parco del Cilento e del Vallo di Diano. 26 fotografie sono dedicate all'Hotel Sgroi la cui squisita ospitalità ha permesso la realizzazione del reportage. Il volume fa parte del progetto "Va dove (ti) porta il treno" e quindi la località è stata raggiunta con il treno da Roma alla stazione di Agropoli-Castellabate da cui dista 8,4 km per 15 minuti d'auto.

Pubblicato: 17 Agosto 2017
Pagine: 170
Rilegatura: Copertina morbida con rilegatura termica
Dimensioni: larghezza 21,59 cm x altezza 21,59 cm
Peso: 0,69 kg
Inchiostro Contenuto: Stampa in quadricromia
Lingua: Italiano
ISBN: 9780244927141

Prezzo: € 52,96 (IVA esclusa) (vedi o acquista)

-


Libro che raccoglie 85 foto-acquerelli illustranti Laureana Cilento
-
-
Contattatemi per maggiori informazioni

cellulari: +39 320.2590773 - 348.2249595 (anche Watsapp)

N.B. in caso di non risposta inviare SMS

e-mail: cocco.giuseppe@gmail.com


Chi volesse offrire un contributo liberale a sostegno del mio lavoro può fare una donazione cliccando sul bottone sottostante.

 
0