Post in evidenza

Cia presenta il libro “Italia contadina”

William Eugene Smith: Pittsburgh, Ritratto di una città industriale


William Eugene Smith: Pittsburgh, Ritratto di una Città Industriale è la bella e importante mostra di fotografia aperta al MAST.GALLERY di Bologna fino al 16 settembre 2018.


William Eugene Smith: Pittsburgh, Ritratto di una città industriale è fotografia americana degli anni Cinquanta. William Eugene Smith – classe 1918, morto nel 1978 – è uno dei fotografi americani più importanti della metà del Novecento, praticamente venerato da chiunque si occupi di fotografia per il suo rigore, per la bellezza delle sue immagini e per il suo noto e assoluto rifiuto di scendere a compromessi di qualunque tipo. Dunque un tipo duro, autentico, capace di guardare la realtà in faccia senza sentimentalismi; infatti, documentò la Seconda Guerra Mondiale con un’intensità senza paragoni. 










Negli anni successivi Smith si dedicò poi anima e corpo al progetto su Pittsburgh: quello cioè di ritrarre la città industriale americana per antonomasia. Doveva trattarsi di scattare un centinaio di immagini in un paio di mesi, per una pubblicazione celebrativa sul bicentenario della fondazione della città, negli anni Cinquanta in pieno boom grazie alle sue industrie e soprattutto alle sue acciaierie. Divenne invece un’ossessione, un lavoro monstre. Tanto che in tre anni Smith produsse circa 20.000 negativi, dai quali trasse 2.000 masterprints, o stampe per mostra. Ma il problema fu che Smith volle sempre proteggere questo lavoro cercandone il controllo totale sulla pubblicazione – ovviamente non riuscendoci mai. Pittsburgh fu una magnifica ossessione, che adesso arriva a Bologna, al MAST gallery, in una bella selezione di 170 stampe vintage, tutte provenienti dalla collezione del Carnegie Museum of Art di Pittsburgh, appunto.  Queste immagini strepitose raccontano la città e l’America degli anni '50. (Continua a leggere e guarda alcune immagini sul sito di Controradio.it)
0